Cerca

Le regole del bon ton

L'arte del saper vivere

Tag

regole

Galateo del matrimonio in pillole: nozze a prova di bon ton in 10 fondamentali step

Con la primavera si apre ufficialmente la stagione dei matrimoni ecco perché oggi voglio fornire ai futuri sposi e ai loro invitati alcuni spunti pratici per gestire al meglio, secondo le norme del galateo, i preparavi ed il grande giorno.
Continua a leggere “Galateo del matrimonio in pillole: nozze a prova di bon ton in 10 fondamentali step”

Annunci

Organizzazione e divisione delle spese

Una volta stabilita anche la data o il periodo delle nozze ha concretamente avvio l’organizzazione del matrimonio.
Uno dei nodi cruciali nella pianificazione di un evento nuziale è legato all’aspetto economico.
In passato Galateo e tradizione stabilivano con precisione la divisione delle spese.
Secondo tali canoni alla famiglia della sposa spettano:

  • Corredo personale
  • Corredo di casa
  • Regalo allo sposo per ricambiare l’anello di fidanzamento (facoltativo)
  • Partecipazioni di nozze
  • Bomboniere
  • Rinfresco di nozze
  • Abito da sposa, accessori e parrucchiere
  • Fiori, addobbo della chiesa, coro ed organista
  • Automobile degli sposi
  • Fotografie
  • Fiori e regali per le damigelle d’onore
  • Acquisto del mobilio della camera da letto, fatta eccezione del materasso.

Alla famiglia dello sposo, invece:

  • Anello di fidanzamento
  • Fedi nuziali
  • Fiori per la sposa
  • Fiori per i testimoni
  • Abito da sposo
  • Offerta alla chiesa
  • Dono al sacerdote
  • Viaggio di nozze
  • Affitto o acquisto della casa coniugale
  • Arredamento della casa, fatta eccezione della camera da letto;
  • Materasso per la camera da letto;

Oggi, in realtà si tende a dividere le spese equamente o in relazione alle proprie possibilità.
I costi sono molto variabili e dipendono dalle scelte personali della coppia.
Orientativamente per un matrimonio con un centinaio di invitati le spese da sostenere sono:

Abbigliamento
Abito della sposa da 1500 a 7500 Euro
Velo della sposa da 300 a 1000 Euro
Scarpe della sposa da 250 a 400 Euro
Guanti della sposa da 100 a 150 Euro
Lingerie della sposa da 150 a 500 Euro
Abito dello sposo da 1300 a 3000 Euro
Accessori dello sposo da 70 a 250 Euro
Scarpe dello sposo da 200 a 400 Euro
Abiti e accessori delle damigelle da 250 a 500 Euro
Abiti e accessori dei paggetti da 200 a 300 Euro

Accompagnamento musicale:
Orchestra di musicisti: da 600 a 3000 Euro
D.J. (con attrezzatura): da 500 a 1000 Euro

Cerimonia
Bouquet della sposa da 150 a 200 Euro
Bouquet delle damigelle da 30 a 50 Euro
Fedi nuziali da 150 a 1000 Euro
Addobbo floreale da 250 a 1000 Euro

Estetica
Acconciatura e trucco della sposa da 250 a 500 Euro
Massaggio, depilazione, manicure, pedicure della sposa da 150 a 250 Euro

Foto e Video
Servizio fotografico (comprensivo di album) da 1000 a 3000 Euro
Ripresa video da 500 a 1600 Euro

Partecipazioni e bomboniere
Partecipazioni e inviti da 500 a 700 Euro
Biglietti di ringraziamento da 250 a 350 Euro
Bomboniere da 1000 a 3000 Euro
Sacchettini e confetti da 500 a 1000 Euro

Ricevimento
Affitto sala da 1550 a 4000 Euro
Addobbo floreale da 800 a 2000 Euro
Decorazione dei tavoli da 170 a 600 Euro
Menu e segnaposto da 100 a 250 Euro
Catering (comprensivo del personale di servizio e del noleggio dei tavoli, sedie, tovaglie, vasellame) da 5500 a 6000 Euro
Torta nuziale da 200 a 500 Euro

Trasporti
Noleggio automobile degli sposi da 400 a 1000 Euro
Decoro floreale dell’automobile da 50 a 100 Euro

Viaggio di Nozze
Viaggio di nozze da 1600 a 8000 Euro

La pianificazione di un calendario è fondamentale per la perfetta organizzazione di un evento importante ed impegnativo come il matrimonio. Rimandando all’esauriente timeline posta in coda al libro, vediamo quali sono le tappe principali da rispettare:

Un anno prima
Scegliere la chiesa o il Municipio
Scegliere il luogo del ricevimento e prendere informazioni su società di catering e di banqueting.
Acquistare la casa, se questa è la soluzione scelta.
LEI – Iniziare a visitare boutique, atelier e negozi specializzati per orientarsi sulla scelta dell’abito, consultando anche le riviste e i siti Internet dedicati al matrimonio.

Sei mesi prima
Confermare la chiesa o il palazzo del Comune.
Prenotare il luogo del rinfresco, versando un acconto.
Scegliere e confermare una studio fotografico.
Occuparsi dei documenti necessari, facendo attenzione al termine di validità.
Concludere il contratto di affitto della casa.
LEI – Chiarirsi le idee sull’abito, cercando, all’occorrenza, di recuperare la forma perfetta con l’aiuto di diete, massaggi e attività sportive

Cinque mesi prima
Preparare una prima lista degli invitati
Compilare un elenco degli oggetti da inserire nella lista nozze

Tre mesi prima
Prendere accordi con il fiorista.
Contattare chi si occuperà del sottofondo musicale (D.J. o musicisti)
Rivedere e aggiornare l’elenco della lista nozze.
Ordinare le partecipazioni, gli inviti e i biglietti di ringraziamento.
Prenotare il viaggio di nozze.
LEI – Scegliere l’abito da sposa in modo definitivo

Due mesi prima
Scegliere le fedi
Scegliere i testimoni e chiedere il loro consenso.
Decidere sulla presenza di paggetti e damigelle e chiederne il consenso ai genitori. Scegliere il negozio e depositare la lista nozze.
Spedire le partecipazioni.
Definire il menu e i vini del rinfresco.
Contattare il pasticcere per la torta.
Scegliere e ordinare le bomboniere.
Se il viaggio di nozze prevede mete esotiche, informarsi sulla profilassi e le vaccinazioni da eseguire.
LEI – Definire accessori, make-up e l’acconciatura
LEI – Definire modalità e alla data di consegna di abito e accessori.
LEI – Ordinare le scarpe, se devono essere realizzate su misura.
LEI – Decidere, se si desiderano, quanti saranno i paggetti e le damigelle e chiedere il permesso ai genitori dei bambini.
LUI – Scegliere l’abito e gli accessori da cerimonia

Un mese prima
Definire con precisione il programma musicale e la scelta degli addobbi floreali.
LEI – Fare una prova generale dell’abito con tutti gli accessori coordinati, truccate e con l’acconciatura. Acquistare gli abiti per paggetti e damigelle.

Tre settimane prima
Fare un sopralluogo con i responsabili dello studio musicale e il fotografo in chiesa (anche per chiedere i permessi al prete) o in Municipio e al luogo scelto per il ricevimento.

Due settimane prima
Disporre la consegna delle bomboniere alla sposa.
LEI – Termine ultimo per la prova definitiva dell’abito.
LEI – Acquistare il cuscinetto portafedi (se non incluso nell’acquisto dell’abito).
LEI – Recarsi dall’estetista per un’approfondita pulizia del viso
LUI – Scegliere e prenotare l’auto che accompagnerà la sposa dalla sua casa al luogo della cerimonia e la coppia dal luogo della cerimonia a quello del ricevimento.
LUI – Ritirare le fedi dal gioielliere.
LUI – Scegliere e ordinare il bouquet per la sposa.

Una settimana prima
Dedicare qualche ora a paggetti e damigelle per insegnare loro come comportarsi durante la cerimonia.
LEI – Ritoccare il taglio e il colore dei capelli;
LEI – Recarsi dall’estetista per ridisegnare le sopracciglia, pedicure e massaggio esfoliante.
LUI – Ritirare in agenzia i documenti da viaggio.
LUI – Sottoporsi in un centro specializzato alla pulizia del viso.

Due giorni prima
LEI – Farsi consegnare l’abito, controllarlo nei minimi dettagli e rinfrescarlo.
LEI – Ultimo appuntamento dall’estetista per manicure e depilazione.
LUI – Ritirare l’abito e gli accessori, controllando i minimi particolari.
LUI – Consegnare le fedi a uno dei testimoni perché le porti in chiesa il giorno del matrimonio.

Il giorno prima
LEI – Confermare gli appuntamenti del giorno seguente con parrucchiere, truccatore, fotografo e autista.
LEI – Dare alla mamma o a un’amica un paio di calze di riserva e tutto l’occorrente per ritoccare il make-up al ricevimento.
LEI – Un massaggio rilassante aiuterà ad alleviare la tensione.
LUI – Prendere appuntamento dal parrucchiere per spuntare i capelli e fare la manicure.
LUI – Controllare che la camicia sia stirata alla perfezione.
LUI – Saldare i conti con i fornitori.

Il giorno stesso
Il fotografo deve arrivare a casa della sposa con almeno due – tre ore di anticipo.
LEI – Mettere a punto manicure, acconciatura e make-up.
LEI – Farsi consegnare il bouquet a casa, insieme a quelli delle damigelle.
LUI – Assicurarsi che il bouquet venga consegnato alla sposa.

La scelta della data: regole e curiosità

Il primo passo è stato compiuto, adesso bisognerà stabilire la data delle nozze.
Svariati sono i fattori che intervengono nella scelta del giorno perfetto. Spesso, avendo già in mente un determinato luogo per lo svolgimento della cerimonia o del rinfresco, ci si lascia guidare dalle disponibilità di questi, mentre altre volte si sceglie una data o un periodo caro alla coppia.
Altri fattori che influiscono nella scelta possono essere legati al clima del luogo dove si vorrà trascorrere il viaggio di nozze, se si intende programmare la partenza subito dopo il matrimonio, o anche credenze e superstizioni popolari.
Molti sono i proverbi, filastrocche e detti a riguardo, alcuni di questi anche contraddittori. Il Lunedì è giorno propizio che porta buona salute in quanto dedicato alla Luna, astro e dea delle spose. Il Martedì è giorno di ricchezza sicura (anche se un altro detto sostiene che “Di Venere e di Marte non si sposa e non si parte”), mentre il Giovedì porterà alla sposa dei dispiaceri. E se per i cristiani il Venerdì è giorno di digiuno, supplizio e penitenza, per un non credente questo è proprio il giorno dedicato a Venere, dea dell’amore. Il Sabato, giorno “più gettonato” dalle coppie per celebrare il proprio matrimonio per motivi pratici, è invece considerato dalla superstizione popolare il giorno più sfortunato per convolare a nozze. Nei secoli passati, soprattutto nei paesi, solitamente i matrimoni si celebravano di Domenica, mentre oggi i sacerdoti preferiscono non celebrare matrimoni in questo giorno, per non interferire con le celebrazioni domenicali.
Anche per la scelta del mese in cui sposarsi esistono diverse credenze popolari. Gennaio è un mese che porta affetto, gentilezza e fedeltà; Febbraio, mese degli amori, è quello migliore per prendere la cruciale decisione o ci si pentirà di non averlo fatto. Marzo “pazzerello” riserva gioia e dolori, mentre Aprile promette soltanto gioia. Maggio non va scelto in nessun caso (anche se spesso risulta uno dei mesi più “richiesti” per le sue splendide giornate e il fiorire massimo della natura), mentre Giugno è il mese dedicato a Giunone, dea protettrice dell’amore e delle nozze. Giugno porterà inoltre agli sposi la fortuna di viaggiare molto, sia per terra che per mare. Luglio darà fatiche e lavoro per guadagnarsi da vivere, mentre Agosto assicurerà una vita piena di cambiamenti. Settembre riempirà gli sposi di allegria e ricchezze, mentre Ottobre porterà moltissimo amore ma a scapito del denaro che farà fatica ad arrivare. Novembre darà felicità e Dicembre, infine, con la sua neve assicurerà agli sposi amore eterno.
Non ci si dovrebbe sposare, inoltre, nel giorno del compleanno di nessuno dei due sposi. Nel caso in cui, invece, i due siano nati nello stesso giorno, questo sarà in assoluto il miglior giorno dell’anno in cui convolare a nozze.
Altra piccola curiosità: per favorire la sorte, il matrimonio deve essere sempre celebrato prima del tramonto.

Benvenuti in “Le regole del bon ton”, una piccola oasi di cortesia e buone maniere.
Al giorno d’oggi la maleducazione e il malcostume ci stanno sempre più sopraffacendo. Dimostrarsi incivili e poco raffinati sembra aver sviluppato un vero e proprio fascino, soprattutto tra le nuove generazioni che tendono a fare dei turpiloqui e delle cattive maniere una sorta di status symbol.
In questo quadro, tanto vero quanto degradante, la riscoperta delle buone maniere diviene una vera necessità, oltre che un’indiscussa virtù: un modo per distinguersi e circondarsi di un’allure di eleganza e raffinatezza, condizioni molto più rare e preziose di tanti tesori.
Rileggere e rispolverare il codice delle buone maniere significa anche adattarlo alla nostra quotidianità, anche se non sarà difficile trovarlo, in molti casi, estremamente attuale.
Ad accompagnarvi in questo viaggio alla riscoperta del galateo, raccogliendo qui per voi il meglio dei contenuti dei libri e siti web sull’argomento e le mie conoscenze personali, sarò io: Maria Valentina, wedding planner, esperta in beni culturali e laureanda in Scienze della Comunicazione, esteta e amante della perfezione, del lusso e dell’eleganza. Instradata sin da piccola all’arte delle buone maniere, oggi ne sono cultrice e grande estimatrice.
Per districarsi nel mondo delle buone maniere troverete un dizionario, che tratta in breve i principali aspetti del galateo, una breve storia del bon ton ed uno spazio aperto alle vostre richieste ed ai vostri commenti. In più giornalmente verranno trattati per esteso i principali aspetti della vita quotidiana attraverso le regole del galateo, archiviati poi per categorie.
Cos’altro dire allora vi auguro un anno all’insegna delle buone maniere ed un ottima lettura.

Blog su WordPress.com.

Su ↑